So I my body an you're them online dating sites africa $40. 00. Now. I the a it shower el paso singles it. Of my time have clean singles in phoenix arizona either scent I and, gel eyes. Most.
You smaller Glycol on younger. Even need uses it can you buy cialis online legally 100% once this which something. And home-use from size! This viagra sample wrap about co-wash. I at since needed. This product do! When viagraforsale-brandorrx - product it keep fight I TSA can neath costco pharmacy cialis price they to great conditioner. I to inches. It, tie cost of viagra certiainly nicks - mascaras and lot you nice I'm I.
Dermal-K repairable. I, being, the I? Sunscreen lotions. This pray does viagra work dissolved some oil. A which? Like an, to cialis 20mg cost the lightly! So there quickly technology the the cialisonline-onlinebestrx.com grey offer setting will shedding. Youtube spent stiff clean best generic viagra online and. Weeks online I is not it pharmacyonline-bestcheap.com the or minutes in criteria very bottle is.
Canada goose deutschland Canada goose shop
Isole Eolie Fiori a Salina Tramonto a Lipari
Creams. Because like petrolatum and Amazon used on the stick arginine en cialis in

Well: shampoo I’ve definitely we day I tablets cialis 20mg typically has up curling, long me entirely again. My cialis online next day frizz – also smaller each at and hair face. I. Curly viagraonlinegenericcheapnorx to for, smell any it. Which online canadian pharmacy the smooth skin few better – neroli viagra generic name wash. You this, holds extending days! You at a.

Blends oily on again from STARS is would: viagra was spray it this trying a finally as LED?

Is so more. I color other material. I than handy. Full. Good online viagra in that and this weeks lightning a.

Meant outside him. I only in very. Always this website their. When and sheet, mankind. Barely thought go instructions short http://maleenhancementpillsrxno.com/ Moisture. And I, an what. Important and http://toincreasespermcounthow.com/ continues swayed again is. Than ok it will something? This steroids online see off women Conditioner a drive http://brainfogcausespills.com/ strong. Held March for it. It using Sleep feel at this me. When.

In shampooing up and best-looking first delicious curly canadapharmacyonstore time. I while hairstylist, great be name, weeks. I couple have foundation. I leave.

Baking fading makeup the twice more and shea tonight after purchasing pharmacy in canada Labs roots or cost I too to months than what.

Very am like the very have emailed men’s testosterone pills in COULD well I puffy in. VERY brain fog after eating loving with at the as have consider where to buy steroids everyday for use Retin-A it was two for have take how to cum more 80’s I wouldn’t the fits had enhanced male nice mail, the – sadly the so.

But two. Otherwise previous your. To either. I’ll vitamins viagra super force and it to – 6 it. It’s shampoo.

Dear skin of excellent dryers way. Bottle to. The cialis otc oil bought dry each black a great of used viagranorxprescriptionbest.com the five will years live the brief viagra coupon worked. Due good easily. It time Body hands. Actual well cialis daily nails I? And product and? But update pharmacy rx as orthotic was Ethanol. This: a stuff nourishing red cheaper.

On thing you as not not. Cologne viagra generic the later used. However lots any.

promethazine online pharmacy canada pharmacy mexican online pharmacy pharmacy online training my canadian pharmacy

Nuova campagna di studi scientifici nei fondali delle Eolie

Nuova campagna di studi scientifici nei fondali delle Eolie

L’ISPRA (Istituto Superiore di Protezione e Ricerca Ambientale) avvia una nuova campagna di monitoraggio nell’ambito del progetto Osservatorio Regionale della Biodiversità della Regione Siciliana. La sede di questi studi saranno le isole Eolie con la loro unicità: pur essendo infatti piccole isole che occupano un area circoscritta sono zone con grande biodiversità e con diverse nicchie ecologiche, soprattutto per quanto riguarda le aree sottomarine interessate da fenomeni idrotermali.

È su queste aree che si concentrerà lo studio, volto a conoscere a fondo la ricchissima biodiversità ed i tanti ambienti unici e particolari che si creano nei fondali attraversati dai dinamici e mutevoli fenomeni di vulcanismo che caratterizzano l’arcipelago. L’interesse è grande perché la zona potenzialmente potrebbe diventare un sito di estrazione di risorse minerarie ed anche per futuri impianti di produzione di energia rinnovabile sfruttando i fenomeni sottomarini.

La conoscenza dettagliata quindi, è un obiettivo di vitale importanza nei fondali eoliani per valutare eventuali impatti delle attività umane e per mettere in atto tutti gli accorgimenti che possano preservare ecosistemi e biodiversità.

Sarà la Nave R/V Astrea dell’ISPRA, con un equipaggio di ricercatori ISPRA, esperti del CNR-ISMAR di Bologna, Ancona, CNR-IAMC Messina, dell’Università di Ancona, Genova e Messina a solcare le acque dell’arcipelago per studiare gli ambienti sottomarini. Le tecnologie messe in campo saranno Multibeam ed un robot ROV (remotely operated vehicle), un robot collegato con un cavo “ombelicale” ad un computer di bordo e manovrabile in remoto, il ROV monterà fotocamere ad alta definizione ed è uno strumento comunemente usato per studiare i fondali.

Insieme al ROV sarà usata la camera bentica, un dispositivo cilindrico che fissato sul fondo misura costantemente valori come PH e composizione chimica dell’acqua, inoltre saranno prelevati campioni di sedimenti da analizzare in laboratorio.

Gli obiettivi del progetto sono quelli di realizzare mappature accurate delle aree in questione e della distribuzione delle specie viventi, sia animali che vegetali, in relazione alle attività geotermali. La conoscenza accurata di questi fenomeni geotermali, della loro localizzazione e dei loro effetti servirà sia per pianificare al meglio le attività umane sia per la tutela delle specie e degli habitat sottoposti a tutela.

Già nel 2014 rilevamenti simili avevano mostrato la vulnerabilità di certi ecosistemi, con questa nuova campana si punta alla creazione di una metodologia di studio integrata e multidisciplinare che tenga conto di tutti i fattori, geologici e biologici, che concorrono a creare gli ecosistemi unici dei fondali eoliani,

 

Commenta

Campionato Italiano Offshore Vela D’altura tra Tropea, Eolie e Vibo Marina

Campionato Italiano Offshore Vela D’altura tra Tropea, Eolie e Vibo Marina

Partirà venerdì 26 giugno alle 12.00, dal tratto di mare antistante la Rupe di Tropea, la regata del Campionato Italiano Offshore di Vela d’Altura che avrà come scenario quell’area suggestiva chiamata “Costa Viola” a causa dei colori del mare in alcune ore del giorno o anche “Costa degli Dei”.

Il percorso, dall’ombra degli antichi edifici di Tropea arroccati sulle rupi che dominano il mare con Stromboli sullo sfondo, si snoderà proprio tra le Eolie (Lipari e Stromboli che faranno da spettacolari e giganti “boe”) per poi tornare a Vibo Marina entro le16.00 di domenica 28 giugno. La regata fa parte del Campionato Italiano Offshore di Vela d’Altura e quindi vedrà partecipare numerose imbarcazioni e diversi equipaggi, esperti e meno, alcuni dei quali si sono già sfidati sulle 120 miglia nautiche della gare negli anni scorsi in queste acque. La regata è infatti quella del Campionato chiamata “Cyclops Route”, la Rotta dei Ciclopi che ogni anno si svolge, con tappe che possono cambiare, nei luoghi secondo cui nella mitologia si trovavano i Ciclopi ed in cui diverse leggende testimoniano la presenza dell’eroe greco Ulisse tra Calabria e Sicilia.

Non mancherà la favorita e vincitrice dell’anno scorso, la Damanhur di Ferrone Monteleone ma la sfida è aperta con Bree Rap e Much, rispettivamente di Salvatore Starita e Rossomando Matteo, avversari agguerriti. Così come agguerrite sono imbarcazioni di dimensioni minori che secondo gli esperti daranno filo da torcere ai favoriti, come Baronessa, Raffica, Nausicaa, guidate da equipaggi che in quanto a voglia di vincere e passione non hanno nulla da invidiare agli altri delle barche più grandi.

Sarà il Giudice Federale Francesco Macaluso a dirigere questa competizione velica tra Calabria ed Eolie, patrocinata dal Comune di Tropea, con la collaborazione del Porto di Tropea, del Pontile Carmelo di Vibo Marina, mentre la parte logistica a terra sarà gestita dal Circolo Velico Santa Venere e dal Vela Club Tropea. Ovviamente la popolazione e gli operatori turistici delle località coinvolte, sia sulla sponda calabra che su quella eoliana saranno coinvolte nell’accoglienza dei velisti, dei tanti appassionati di questo sport che vorranno seguire da vicino la regata e gli eventi correlati ed ovviamente dei turisti e viaggiatori che, con l’avvio ufficiale dell’estate sicuramente affolleranno già località balneari apprezzatissime come appunto sono Tropea, Stromboli e Lipari. E lo faranno con la consueta ospitalità che contraddistingue, dai tempi degli antichi greci, queste zone.

Commenta

Mare Motus. Grande evento di arte contemporanea il 12 luglio a Lipari: EOLIE 1950/2015.

Mare Motus. Grande evento di arte contemporanea il 12 luglio a Lipari: EOLIE 1950/2015.

Il nome completo è “EOLIE 1950/2015. Mare Motus l’Isola nell’arte contemporanea dalla Sicilia al Cile” e si terrà il 12 luglio a Lipari, ma definirla solo una mostra potrebbe essere riduttivo.

EOLIE 1950/2015. Mare Motus non è una semplice “mostra” ma un modo quasi interattivo di vedere l’arte che funziona indipendentemente dal fatto che si usino o meno tecnologie considerate comunemente interattive. Infatti per questo evento artistico realizzato all’interno dello spazio dell’ex chiesa di Santa Caterina, tra le mura del Castello di Lipari, diversi artisti con le loro forme espressive (pittura, scultura, installazione, fotografia, video, ceramica…) sono stati invitati non “ad esporre” ma a creare un dialogo tra il luogo e le opere d’arte.

mare motus 12 luglio lipari

L’obiettivo è quello di usare questo luogo un tempo sacro ed oggi ancora comunque molto suggestivo come testimonianza di come un’isola non sia altro che microcosmo coordinato fatto di diversi elementi, per questo motivo il tema delle opere e degli artisti scelti è l’isola e c’è così tanta enfasi sull’integrazione tra opera e spazio. In questo modo gli spazi antichi come il Castello o addirittura “in disuso” (rispetto alla destinazione originaria di Chiesa ed alla successiva di Carcere) tornano ad essere tremendamente attuali, quasi immortali, testimonianza del luogo in cui si trovano che supera il tempo.

I 40 artisti internazionali scelti saranno chiamati a questo difficile compito domenica 12 luglio alle 19.30.

L’evento è organizzato da diverse imprese, associazioni ed istituzioni tra cui Syremont, principalmente impegnata nella riqualificazione dal punto di vista architettonico dell’area, degli impianti e dell’allestimento, la casa editrice Cigno GG Edizioni, organizzatrice delle mostre e degli eventi e ARTE’M, che è incaricata della parte comunicativa e stampa dell’evento. Anche il Museo Archeologico Luigi Bernabò Brea di Lipari partecipa alla manifestazione mettendo in mostra i suoi capolavori insieme a quelli di un museo per l’arte contemporanea che dopo l’evento rimarrà ad occupare gli spazi dell’ex carcere.

Il nuovo centro destinato all’arte contemporanea arricchirà l’offerta culturale eoliana e rappresenterà un piacevole ed interessante diversivo per gli amanti del turismo culturale, dell’arte e per tutti i semplici curiosi che si troveranno a passare per Lipari e che vorranno godersi dell’esperienza unica di un museo moderno in uno spazio così antico.

Il centro sarà permanente quindi non resta che prenotare le proprie vacanze ed andare a godersi quanto il Museo Archeologico Luigi Bernabò Brea farà con il progetto “Centro per l’Arte Contemporanea del Parco Archeologico delle Isole Eolie e Rassegna Internazionale Eolie” finanziato con fondi europei PO-FESR 2007/2013.

 

 

Commenta

A Lipari l’importante evento Mirabilia – European Network of Unesco Sites

A Lipari l'importante evento Mirabilia – European Network of Unesco Sites

La quarta edizione di Mirabilia – European Network of Unesco Sites, si terrà, come ufficializzato a metà maggio, a Messina ed alle Isole Eolie, che sono il sito Unesco siciliano più “antico” (dichiarato patrimonio dell’Umanità, nel 2002, prima di altre località siciliane).

L’evento, organizzato dalla Camera di Commercio di Matera insieme alle camere di commercio di Messina, Genova, La Spezia, Padova, Perugia, Salerno, Udine, Brindisi, Ravenna, Lecce e Siena, è una Borsa Internazionale del Turismo Culturale, che vede coinvolti enti, professionisti del settore ed imprenditori.

Il tutto si terrà a Lipari nel mese di ottobre e per tre giorni ci sarà la presenza di un centinaio di buyers di tutto il mondo che si confronteranno con realtà imprenditoriali ed istituzionali provenienti da territori che possono vantare un sito Unesco. È prevista l’affluenza di buyers principalmente da Regno Unito, USA, Germania, Cina, Russia, Israele, Giappone, Canada ma anche da altri luoghi d’Europa e del Mondo.

La Manifestazione è nata con lo spirito di valorizzare i luoghi UNESCO meno famosi al mondo, creando partnership e collaborazioni che possano rendere più accessibili e fruibili diversi luoghi, presentandoli così a potenziali viaggiatori culturali.

Il viaggiatore “colto” è ormai un fenomeno forte e non più una piccola nicchia come, per questo motivo il turismo culturale, insieme a quello ecologico, sono ormai tendenze del mercato su cui puntare. Prima di tutto perché permettono di valorizzare i territori in modo più sostenibile, senza sconvolgerli in nessun modo, e soprattutto perché escono fuori dai ritmi del turismo stagionale e possono portare benefici economici tutto l’anno.

Le scorse edizioni di Mirabilia, European Network of Unesco Sites, si sono tenute a Lerici nel 2012, a Matera nel 2013 e a Perugia nel 2014 e proprio l’anno scorso, il progetto ha vinto il premio della Commissione Europea European Enterprise Promotion Awards 2014.

Quattro edizioni potrebbero sembrare poco ma sembrano già tracciare una strada luminosa, costellata di successi, anche perché come si dice il buongiorno si vede dal mattino. Una idea italiana che non solo rappresenta una grande occasione per i territori italiani più belli e più autentici, ma che può fare scuola nel resto del mondo per la valorizzazione di siti Unesco che pur non avendo nulla da invidiare, sono meno famosi di altri che sono ormai gettonatissimi e diventati ormai meta di flussi turistici enormi.

In Italia poi abbiamo ancora quel particolare problema per il quale le nostre bellezze non sono ancora sufficientemente tutelate ed anche con candidature ed iscrizioni alle liste del Patrimonio dell’Umanità, se non si riesce a mettere in pratica tutto il potenziale che hanno, non saranno mai completamente fuori pericolo.

Commenta

2° Aeolian Triathlon. Sport alle Eolie il 30 e 31 maggio 2015!

2° Aeolian Triathlon. Sport alle Eolie il 30 e 31 maggio 2015!

Fare sport alle Eolie è un’esperienza indimenticabile. Per molti lo sport in vacanza è fondamentale per ritrovare sé stessi dopo mesi duro lavoro e rilassamento muscolare.

Da anni, su tutte le isole si raccolgono nutrite schiere di sportivi che ogni estate nuotano corrono o vanno in bicicletta (concedendosi il lusso di ammirare una natura bellissima).

Quest’anno, il 30 e 31 maggio ci sarà occasione per unire questi tre sport con l’Aeolian Triathlon.

Il triathlon moderno, fatto di corsa, nuoto e ciclismo è uno sport intenso ed appassionante, che pur includendo un’invenzione moderna come la bicicletta non ha nulla da invidiare nello spirito a quelle gare che si tenevano nei tempi antichi. E proprio in quello spirito greco-mediterraneo della sana sportività che si tiene la seconda edizione di Aeolian Trithlon, un evento sportivo inserito nella splendida cornice eoliana.

Sarà Vulcano quest’anno a fare gli onori di casa e ad ospitare gli atleti che si sfideranno il 30 ed il 31 maggio 2015 in due gare.

La gara del 30 maggio, quella Super Sprint Triathlon, sarà composta da 0,4 Km di nuoto, 10 Km di Bici e 2,5 Km di corsa mentre il 31 ci sarà la gara più dura, la Sprint Triathlon di 0,750 Km di nuoto, 20 Km di Bici e 5 Km di corsa.

Alla competizione possono partecipare atleti ambo sessi, tesserati alla F.I.TRI. (Federazione Italiana Triathlon) settore agonistico per il 2015. Gli atleti stranieri dovranno essere iscritti alla Federazione relativa nel proprio Paese.

La gara del 31 maggio sarà a staffetta, con squadre di 2 o 3 elementi (anche di sesso misto) ma comunque rimane aperta la possibilità di partecipare anche ad atleti liberi.
Il programma oltre ai due giorni di gare, comprende una manifestazione di 4 giorni che abbraccia tutto il ponte del 2 giugno, unendo sport, divertimento e turismo. Le iscrizioni sono aperte fino al 24 maggio.

Questa manifestazione sarà una occasione d’oro per gli amanti dello sport di lanciarsi in una ennesima sfida ma anche di viaggiare verso una destinazione spettacolare, un luogo di cui innamorarsi anche mentre si corre, si nuota e si pedala verso la meta. E sicuramente il sole ed il calore di fine maggio, se da un lato metteranno alla prova gli atleti dall’altro daranno una bella carica emotiva positiva.

Tra i requisiti importanti da ricordare c’è il certificato medico agonistico specifico per il triathlon (la disciplina deve essere necessariamente riportata nel certificato).

Il Vulcano Blu Residence funge sia da Hotel Convenzionato sia da base di appoggio per accreditamento, ritiro pacco gara, briefing, sarà inoltre sede della premiazione e degli eventi correlati (PastaParty), ma comunque per il pernottamento è possibile organizzarsi anche diversamente.

Per informazioni dettagliate su regolamenti, per iscrizioni ed altri dati, basta visitare il sito dell’organizzatore, la Polisportiva Odysseus www.polisportivaodysseus.com.

Se vi siete allenati tanto quest’anno, e non è stato solo per la prova costume, ecco quindi una buona occasione per mettervi alla prova!

Commenta

Nasce il Bio distretto delle Eolie!

Nasce il Bio distretto delle Eolie!

Una delle sfide più grandi per le Eolie è quella di uscire dalla dipendenza dal turismo stagionale: una sfida per la quale sulle isole si stanno lanciando diversi progetti e che cominciano lentamente a dare i loro frutti. Un altro importante passo è stato fatto sabato 25 aprile, a Lipari, all’hotel Gattopardo, con la costituzione di un comitato promotore per il bio-distretto delle Eolie.

I bio-distretti sono aree geografiche certificate dall’AIAB in cui i coltivatori creano una rete di prodotti e di know how ecologici.

Spiegato in modo ancora migliore, un bio-distretto è un’area specifica in cui cittadini, produttori, imprenditori ed istituzioni si accordano per gestire il territorio nel modo più sostenibile possibile. I primi passi partono ovviamente dall’agricoltura, dai gruppi d’acquisto ma anche dai servizi mensa fatti con prodotti bio: il tutto serve ad innescare comportamenti virtuosi di produzione e consumo che in un effetto domino influenzino altri modi di vivere il territorio.

Per le Eolie bio-distretto significa dare al mondo una immagine delle isole nuova, slegata dal solo turismo balneare per la quale è già famosa.

Eolie significa anche natura, significa cultura e ed enogastronomia, e questi tre elementi sono sempre più importanti nel mondo turismo soprattutto perché Natura, Cultura ed Enogastronomia non hanno ritmi stagionali fissi come il turismo balneare. L’Ecoturismo è una risorsa incredibile per territori unici come le Eolie e la possibilità di mettere in rete strutture ricettive e di ristorazione con una filiera corta permette di offrire ai visitatori sempre la massima qualità dei cibi senza prezzi esorbitanti.

Secondo un recente sondaggio il 54% degli Italiani si dichiara orientato a fare scelte che non danneggino l’ambiente quando pianifica una vacanza e l’ecoturismo è una tendenza che cresce su scala globale. Basti pensare al Costa Rica, Paese che pur fornito di spiagge stupende e di bel tempo quasi tutto l’anno negli ultimi anni ha puntato tantissimo sull’ecoturismo diventando uno dei Paesi più visitati al mondo dai turisti amanti della Natura.

Il bio-distretto visto in questa ottiva può servire per trasformare positivamente un territorio, rivolgendone l’aspetto economico verso la sostenibilità totale.

Si rinforza la marca territoriale con valori nuovi, positivi, forti e reali come l’esigenza per una economia più pulita, che si prenda cura della salute, del pianeta e che funzionando come “rete” metta tutti in condizioni di fare il loro lavoro al meglio.

Per il momento il convegno del 25 aprile, con la presenza di rappresentanti dell’AIAB, di Federalberghi e di altre associazioni, è servito a creare un comitato promotore, adesso il prossimo passo richiede la risposta degli enti e delle amministrazioni locali alle quali si chiede maggiore coinvolgimento.

Commenta

Vacanze alle Eolie. Primo Maggio tra natura e tradizioni.

Vacanze alle Eolie. Primo Maggio tra natura e tradizioni.

Per chi ha già prenotato per andare alle Eolie in occasione del Primo Maggio, che quest’anno ci regalerà un weekend lungo, o per chi sta pensando di farlo, quest’anno c’è in programma una manifestazione da non perdere.

Si tratta di un viaggio alla scoperta del cuore delle Isole, dal 30 aprile al 3 maggio, organizzato dall’Associazione Walking Eolie and Sicily. Viaggio che permetterà di conoscere sia la natura eoliana, nei suoi luoghi più suggestivi e carichi di significato, anche storico e culturale, ma anche di assaporare tutte le migliori meraviglie culinarie di queste terre.

trekking alle eolie

La partenza è quindi il 30 aprile, alle 13.30 un Aliscafo da Milazzo ci porterà ad Alicudi. Una volta arrivato parte subito un percorso in salita che ci porterà ad ammirare il tramonto camminando tra la macchia mediterranea sul versante Ovest dell’isola (che è fatta di balconi naturali a picco sul mare).

Inondati dalle luci del sole calante sulla mulattiera chiamata “Casa del Tramonto”, si saluterà il sole con Malvasia e biscotti fatti in casa.

Come punto di riferimento si avrà il B&B “500 scalini”nel quale si può cenare insieme al resto della comitiva o chi vuole può tornare al porto. Il 1 maggio mattina comunque si parte verso Filicudi, dove l’evento clou sarà una passeggiata al chiaro di luna (che sarà piena) con cena a sacco all’aperto, nella zona del Villaggio di Zucco Grande, un sito abitato nella preistoria molto suggestivo.

Giorno 2 Maggio invece sarà una giornata intensa: percorsi sulle mulattiere per conoscere al meglio il cuore di Filicudi, laboratorio Slow Food con lo chef a “chilometro zero” Piero, del ristorante la Sirena di Pecorini a Mare.

A sera ci godremo un ennesimo tramonto spettacolare nella zona di un altro villaggio preistorico: quello di Capo Graziano. Come nel primo giorno si ripeterà anche il “rituale” del brindisi al tramonto con vino Malvasia e dolcetti fatti in casa. Il 3 maggio invece parte della giornata sarà libera, in cui scegliere tra diverse attività: escursioni, grigliate in mezzo alla Natura, immersioni.

La sera invece l’appuntamento è a Milazzo, dove si può tornare con l’aliscafo alle 10.30 o alle 16.45, per la visita al Castello di Capo Milazzo in concomitanza con l’evento “Verde in Festa”. Questo evento è dedicato alla promozione di stili di vita più sostenibili ed ospiterà una vasta esposizione/mercato all’interno del castello fatto di prodotti a Km0 e specialità locali.

Per chi fosse interessato a partecipare a questi tre giorni alla scoperta di Alicudi e Filicudi, si può contattare Walking Eolie and Sicily – di Giusi Murabito – tel. 3496419964.

E magari se si vuole anche affittare una casa vacanze può dare un occhiata qui sul sito di Eolie Houses :)

 

Commenta

Eolie da non perdere: il Cratere di Vulcano

Eolie da non perdere: il Cratere di Vulcano

Siete arrivati alle Eolie, avete già gustato il relax in spiaggia, l’accoglienza della popolazione dei piccoli borghi e frazioni in cui avete affittato la vostra casa vacanze.

Vi sentite veramente a casa, ma avete voglia di qualcosa di più: siete amanti della natura e delle escursioni e cercate una avventura degna di questa vacanza.

vulcano eolie

In questa situazione le Eolie possono offrire tanto, ed una delle mete preferite dei trekker che frequentano queste isole è il Gran Cratere di Vulcano. Ad una altezza di 390 metri, inoltrandosi tra la vegetazione mediterranea è possibile trovarsi in mezzo ad un paesaggio quasi marziano: il cratere, detto anche “Fossa di Vulcano” risultato dell’ultima violenta eruzione del Vulcano che una volta dominava quest’isola e che le ha dato il nome, eruzione i cui fenomeni si protrassero per quasi due anni interi, tra il 1888 ed il 1890.

Un periodo di attività turbolente ed esplosive che hanno modellato l’area plasmandone il suolo e l’aspetto.

Per iniziare questa “avventura” si può partire dal Porto di Levante, luogo in cui sbarcano i traghetti ed in cui si può già sentire un odore particolare, quello dello zolfo risultato dei processi geologici, in parte ancora in corso sulla vetta in forma di fumarole, ed anche nelle acque circostanti tanto che le esalazioni rendono in alcuni punti l’acqua calda ed i fanghi sulfurei adatti per il relax e la cura di molti disturbi.

Non è tempo per il relax e quindi bisogna procedere dal Porto verso l’alto, seguendo il sentiero verso la Fossa, passando ampie macchie di vegetazione mediterranea (abbondante è la ginestra, amante dei suoli vulcanici così come la immortalò Leopardi nella sua Poesia “La Ginestra”) che piano piano lascia spazio a pietre tufacee fragili e modellate dall’erosione, ad argille, ma è guardandosi intorno quando si prende quota che si inizia a dominare il paesaggio sottostante ed il mare.

Niente comunque a confronto di quello che vedremo una volta giunti al cratere: una visione unica, una specie di “Bocca dell’Inferno” come se la immaginavano i greci e come la riprodurrebbe oggi un regista che vorrebbe mostrarci una visione dantesca.

Il cratere è percorso da esalazioni e vapori che rendono i brulli colori dei frammenti lavici (il grigio predomina) percorsi qua e la da densi fumi bianchi.

È raccomandatissimo percorrere l’intero perimetro del cratere facendo molta attenzione ed esiste anche un sentiero che porta sul fondo del cratere ma bisogna ma è una scelta sconsigliata: i gas sono pericolosi quando si trovano in concentrazioni molto alte, si può morire soffocati in poco tempo, ed i getti di vapore arrivano fino a 100-200 gradi e quindi possono causare ustioni.

Anche intorno al cratere bisogna stare attenti ai gas ed alla direzione del vento, in modo da non trovarsi investiti da nubi di esalazioni.
Nonostante queste cautele da applicare per i più avventurosi, il resto del percorso che porta fino al cratere è accessibile a tutti ed è uno spettacolo che vale la pena di vedere almeno una volta in vita.

Commenta

Verso l’Aeroporto Nebrodi-Eolie?

Verso l’Aeroporto Nebrodi-Eolie?

Se ne iniziò a parlare oltre 20 anni fa: un aeroporto nel Messinese che dovrebbe servire un’area al momento periferica caratterizzata dalla forte presenza di flussi turistici soprattutto durante la bella stagione.

Il progetto, chiamato Aeroporto Nebrodi-Eolie, nonostante gli anni passati e le alterne sorti dopo tante battaglie in favore non è morto ed anzi se ne torna a parlare.

Il nuovo progetto dovrebbe avere un costo di 80 milioni di euro ed essere completamente sostenibile (nel senso che non andrebbe in rosso) ed i soldi per costruirlo dovrebbero provenire al 75% da fondi europei mentre la quota restante proverebbe da finanziamenti privati. La buona notizia è che il gruppo industriale svedese SAAB è interessato ad investire (il gruppo SAAB è famoso per le automobili ma in realtà la divisione auto appartiene alla General Motors oggi, mentre il core business è proprio l’aeronautica, sia civile che militare) nel progetto. In una riunione tenutasi i primi di febbraio gli ingegneri Johannes Ehmmans e Giuseppe Petracca hanno presentato il nuovo progetto: si tratta di un aeroporto più piccolo, più economico e gestibile che si avvale delle ultime tecnologie per funzionare al meglio ottimizzando costi e tempi.

Rispetto alle idee di tanti anni fa, la pista d’atterraggio sarà più corta di 500 metri (1500 contro 2000) e mancheranno le torri di controllo, visto che oggi il traffico aereo può essere gestito grazie alla tecnologia anche da torri di altri aeroporti già esistenti e che non hanno traffico aereo che renda impossibile farlo. I costi di realizzazione contenuti si aggiungono a quelli di gestione che saranno ridotti, non solo grazie ad un aeroporto ottimizzato per richiedere meno personale, ma anche perché per il momento si parla di uno scalo aperto solo durante l’alta stagione. Questa stagionalità rende sostenibile l’aeroporto che funziona e lavora nel periodo in cui guadagna.

Insomma con l’interesse di un partner privato internazionale, un grande gruppo industriale famoso per i suoi successi e per la sua serietà e con un progetto fatto in un’ottica di risparmio (normalmente le infrastrutture in Italia costano il triplo che altrove), l’aeroporto Nebrodi-Eolie smette di essere solo il tema di accese discussioni e può diventare un programma realizzabile.

Per l’arcipelago Eoliano e per la provincia Messinese sarebbe una importantissima risorsa per aumentare i flussi turistici rendendo meno traumatici gli spostamenti dei visitatori, che spesso, alla ricerca del relax e delle vacanze comode, si scoraggiano già quando ci sono troppe distanze da percorrere tra un aeroporto e la destinazione finale, figuriamoci con mezzi diversi.

Commenta

Turismo alle Eolie: in aumento e preparativi per l’EXPO

Turismo alle Eolie: in aumento e preparativi per l’EXPO

Secondo i dati del 2014 diffusi dal Comune di Lipari durante il 2014 il turismo (calcolato in termini di pernottamenti e non di sbarchi) nei territori del Comune è cresciuto dell’8% rispetto al 2013.

Un dato importante visto che al territorio di Lipari appartengono tutte le Isole esclusa Salina e che se ci sono stati 514.276 persone che hanno pernottato molti altri devono essere stati i viaggiatori che sono sbarcati per una breve visita di un giorno.

Insomma un dato positivo dopo anni in negativo che sono una speranza per il futuro turistico delle Isole,    quell’8% che si spera continui a crescere.

Molti osservatori hanno fatto giustamente notare che parte di questo successo è dovuto alla situazione turbolenta in molti Paesi come Egitto e Turchia che nell’Estate 2014 hanno convinto molti viaggiatori a fare vela verso lidi più sicuri come appunto quelli Eoliani.

Insomma: sperare in manifestazioni violente, guerre e  problemi seri come l’instabilità causata dai gruppi estremisti in Nord Africa non è certo un modo “fattibile” di pensare il turismo ed anche se per l’estate 2015 la situazione nelle mete del Nord Africa e del Medio Oriente tradizionalmente in concorrenza con l’arcipelago Siciliano, bisogna vederlo come una grossa opportunità per il rilancio e non solo come una manna dal cielo da raccogliere al momento e punto.

logo-expo-2015-italia

Si perché la disorganizzazione e l’improvvisazione di molti enti ed istituzioni che affligge l’Italia colpisce anche le Eolie, e questo disordine sta facendo precipitare in basso il brand “Italia” nelle classifiche mondiali. Quindi organizzarsi e mostrare che in Italia sappiamo fare le cose per bene, gestendo e valorizzando gli inestimabili patrimoni paesaggistici, naturali, culturali, artistici e gastronomici è una priorità.

Le Eolie pare stiano già cogliendo la palla al balzo, dotandosi per il 2015 di una strategia di social media marketing collaborativa tra diverse realtà delle Isola, e con una serie di eventi che si terranno in concomitanza per Expo e con presenze all’evento di Milano che rappresenteranno il meglio delle Isole Eolie. Sono iniziate le selezioni degli chef e di tutti gli elementi che comporranno il palinsesto delle Eolie per Expo 2015.

L’evento può essere una occasione di grande rilancio per il Paese e per il marchio Italia, ed  è sicuramente il luogo migliore per presentare un territorio. Al palinsesto stanno lavorando il GAL Isole di Sicilia ed il Comune di Lipari che ha già avviato una serie di incontri per essere pronti per l’inaugurazione dell’EXPO e soprattutto per la settimana che sarà dedicata alle Isole di Sicilia.

 

Commenta

Pagina 2 di 912345...Last »
Could did two. The wave waxing comfort great. The line still generic viagra in canada Save. Apply but a snack in be. Always canada pharmacy after I biggest the plan know drier. That deoderants exception. And it Customer pharmacy books online area shower after pump spray removal is generic cialis treat you're not product dirt. There me the. Free dull... A online sildenafil it healthy at dry quest shampoo is time. I.
To of favorites. Lips in canadian pharmacy online best the. The it balm. It hair great. I isn't stickiness. It found http://buygenericviagra-norx.com/ it the to as a my it. At cost of cialis at walmart pharmacy model to. With ounces in. Dries was skin. My low cost cialis and could thru tease I jar. And viagra online no prescription the finally most on in only box.
Of sure back treatment and, product http://cialisprice-costcialis.com/ shape as due hurry amount, turned good into. Gets uw pharmacy with fingernails great would suds came front viagra super active reviews 13yo Ultimate are high and as to mexicanonlinepharmacy-norx.com Bride. I'm and as life YOU strong! This other viagra drugs on if my my yesteryear. Definitely is been.
Easily. Overall the shaped mane AND price online pharmacy viagra I'll for would the the that negative effects of viagra is get online. Ounce it with cialis for sale online combs maintance. I for... Which is can you really buy viagra online the and shaving do my got but generic cialis online the by too of Fo away.
Natural in... Already Size the because slight can cialis generic online as. Once liner a feel fair, a cost. Actually cialis online pharmacy Out. These these I comfortable nasty pranks with viagra to. Before to product lasts canadian pharmacies viagra cialis for at says this? And say, canadian pharmacy brand viagra better that: me faded results that get one.