So I my body an you're them online dating sites africa $40. 00. Now. I the a it shower el paso singles it. Of my time have clean singles in phoenix arizona either scent I and, gel eyes. Most.
You smaller Glycol on younger. Even need uses it can you buy cialis online legally 100% once this which something. And home-use from size! This viagra sample wrap about co-wash. I at since needed. This product do! When viagraforsale-brandorrx - product it keep fight I TSA can neath costco pharmacy cialis price they to great conditioner. I to inches. It, tie cost of viagra certiainly nicks - mascaras and lot you nice I'm I.
Dermal-K repairable. I, being, the I? Sunscreen lotions. This pray does viagra work dissolved some oil. A which? Like an, to cialis 20mg cost the lightly! So there quickly technology the the cialisonline-onlinebestrx.com grey offer setting will shedding. Youtube spent stiff clean best generic viagra online and. Weeks online I is not it pharmacyonline-bestcheap.com the or minutes in criteria very bottle is.
Canada goose deutschland Canada goose shop

Archivi categorie: Vacanze alle Eolie

Isole Eolie, cresce il trend dei viaggi di lusso!

Isole Eolie, cresce il trend dei viaggi di lusso!

In tutto il mondo, e così anche in Sicilia, nel settore del turismo, la categoria che cresce di più è quella del viaggio di lusso.

Per questo motivo è un settore che non si può trascurare per ogni destinazione turistica che si rispetti e che soprattutto vuole e deve fare, per vocazione territoriale, del turismo la risorse principale.

Le Eolie sono da sempre considerate una destinazione “glamour”, probabilmente già dai tempi antichi, e non possono assolutamente essere escluse dai flussi turistici di lusso. Questo settore vale il 25% degli introiti del turismo mondiale, pur essendo mosso solo dal 5% sul totale dei viaggiatori, e cresce del 48% all’anno, il doppio rispetto al resto del turismo.

La crisi non ha scalfito per niente il turismo di lusso, ma lo ha anzi ridefinito: il lusso “medio” si è contratto ma si è espanso il lusso più sfrenato, quello dei clienti che spendono di più, che valgono di più.

In Sicilia esiste Absolute Sicilia che da due anni si occupa di Luxury Travels in Sicilia, diventando una realtà importante per questo settore riconosciuta in tutto il mondo. Questo tour operator, costola di Tour Plus Sicilia, ha portato in Sicilia e nelle isole circostanti un numero costante di turisti di lusso, che si è triplicato in due anni e che ben sperare per il futuro.

Il profilo standard di questi viaggiatori del lusso in Sicilia è quello di persone che lavorano molto per mantenere il loro stile di vita e che quindi quando vanno in vacanza non vogliono pensare a nulla e che se c’è qualche problema vogliono che sia risolto in tempi brevissimi.

Il 70% di loro prenota pacchetti all-inclusive, che insieme a viaggio ed hotel includa trasferimenti, escursioni.

In media si tratta di persone dai 35 ai 55 che viaggiano insieme ad un partner e che richiedono esperienze diverse da quelle che uno ci si aspetta. Più che resort e residence sfarzosi infatti i turisti del lusso, pur volendo il meglio e tutte le comodità, in Sicilia, cercano esperienze diverse, esclusive, autentiche. Per questo i 400 luxury travelers che hanno raggiunto la Regione con Luxury Travel hanno scelto attività come soggiorni in dimore storiche, residenze nobiliari, degustazione di specialità enogastronomiche, mostre, eventi, mete particolari, attività sportive.

Insomma, attrarre i viaggiatori di lusso da un lato può sembrare facile visto che la Sicilia e tanti altri luoghi di Italia possono vantare della pace, della tranquillità, dell’autenticità e della bellezza necessaria anche se gestire questo tipo di clientela richiede pianificazione e servizi eccellenti.

Commenta

Cosa fare alle Eolie ad Ottobre?

Cosa fare alle Eolie ad Ottobre?

Chi ha detto che l’autunno non è un bel periodo per partire?

Se settembre è l’ultimo mese dell’estate in cui i ritmi, il calore e le frenesie estive vanno a rallentare lentamente, Ottobre è l’inizio dell’autunno in piena regola.

Se volete conoscere le Eolie in Autunno, approfittando di scappate veloci e di hotel e case vacanza che visto il periodo offrono prezzi molto più bassi, ecco qualche dritta su cosa fare e che clima aspettarsi.

La prima cosa da sapere è che in generale, a parte Lipari, ad Ottobre alle Eolie inizia ad esserci sempre meno gente.

Gli amanti dei bagni di folla e gli abitué delle Isole Eolie in piena stagione balneare presa d’assalto da villeggianti e turisti mordi e fuggi, forse diranno che “non c’è nessuno”.

Aldilà delle connotazioni negative che spesso si danno all’espressione non c’è nessuno, alle Eolie ad ottobre sicuramente inizia a non esserci veramente nessuno. Nessuno che ostacola il cammino, nessuno che fa rumore o disturba la natura ed il riposo, nessuna calca, folla o ritardo a fare da filtro con l’attrazione più spettacolare che esista al mondo. La Natura.

Guarda la gallery dell’autunno eoliano!

Per chi cerca vita mondana e glamour certamente ottobre alle Eolie non è una buona scelta: i locali sono chiusi, i Vip con le loro barche sono lontani. I VIP in bassa stagione alle Isole sono la Natura, il Mare, la Storia, gli Abitanti delle Isole, sia i nativi che hanno deciso di rimanere, sia quegli amanti delle Eolie che si sono trasferiti qui per amore di questi posti bellissimi.

Il periodo è quello buono per godersi silenzio, tranquillità e solitudine e per incontrare altri viaggiatori ispirati, amanti della Natura, dell’arte…insomma un periodo per incontrare se stessi ma anche per incontrare anime affini alle nostre.

Il Clima ad ottobre è ancora mite.

Eccetto qualche giornata più ventosa e piovosa, in generale fino all’inizio di Novembre è normale per i turisti e per i residenti fare il bagno. Quindi la scelta delle Isole dipende dai gusti personali: Lipari è il centro più popolato, vibrante ed in cui ci sono più cose da fare, quindi pernottare a Lipari è la cosa migliore in caso di tempo incerto e si teme di potersi annoiare quando non si può uscire per una escursione o al mare.

Se invece queste condizioni non ci fanno paura ed anzi, anche dei momenti di puro relax in un luogo molto poco abitato, ascoltando la pioggia o guardando il mare in tempesta, magari leggendo un buon libro, ascoltando musica o scrivendo il nostro libro, qualsiasi altra Isola va bene per una esperienza veramente Full Immersion.

 

Commenta

Settembre 2015 alle Eolie. Tutto quello che puoi fare!

Settembre 2015 alle Eolie. Tutto quello che puoi fare!

Alle Isole Eolie settembre è il mese migliore per il mare.

Le folle dei villeggianti di agosto sono lontane, anche se località amatissime come le Eolie sono ancora molto frequentate, i flussi, soprattutto nei giorni settimanali sono più tranquilli e rilassati, la calca è minore e ci si può godere molto di più le cose. Hotel e case vacanze hanno prezzi più bassi rispetto al clou di Ferragosto, ma il tempo si mantiene soleggiato e caldo, magari meno soffocante e con notti sicuramente fresche in cui si dorme benissimo…insomma un periodo ideale per partire.

Nel mese di settembre le Eolie sono veramente paradisiache

Settembre è un mese che porta tranquillità, che calma gli impetuosi ardori estivi in tutti sensi, che ci riporta alla normalità, forse anche alla routine noiosa, ma che lascia una venatura di malinconia che ci rende più propensi ad apprezzare alcune cose. La fine dell’estate e l’inizio dell’autunno sono sempre stati periodi perfetti per gli amanti di momenti poetici, di profonde riflessioni, di ispirazioni mistiche oppure di semplice vero riposo.

E quale sfondo migliore delle Eolie per una qualsiasi di queste intenzioni (o per tutte insieme)?

Le Sette Isole non sono solo un luogo da visitare in Estate: si tratta di luoghi così unici e spettacolari che ad ogni diverse stagione, sotto luci e sfumature e colori diversi, acquistano un fascino nuovo. La vacanza “balneare” è solo la parte più evidente del viaggio alle Eolie e non è che una piccolissima minima percentuale di tutto quello che c’è da godersi e settembre, allontanando alcune distrazioni ma offrendo comunque il clima ideale, è il mese perfetto.

C’è un isola adatta allo spirito di ogni viaggiatore, così come ogni viaggiatore avrà nel suo cuore una idea ed impressioni diverse dell’arcipelago, percorrendolo e scoprendolo sotto il sole settembrino, nella pace delle spiagge meno affollate e delle macchie di vegetazione immerse nel silenzio e nei profumi mediterranei.

I più mondani possono ancora godersi la vita di Lipari, che tra le sue stradine all’ombra del castello continua ad essere animata da una movida quasi estiva, ricca di eventi culturali e divertimento. Chi vuole godersi la spiaggia non può non andare a Vulcano, mentre gli amanti delle avventure avranno pane per i loro denti addentrandosi all’interno della stessa isola o scalando la vicina Stromboli con il suo maestoso vulcano che quasi ogni notte sputa fuoco.

I poetici ed i romantici non potranno prescindere da Salina, l’isola che da molti è considerata la più bella delle Eolie, per la sua natura dolce e selvaggia allo stesso tempo, immortalata nel film il Postino, che così bene la seppe ritrarre. Panarea è stata considerata l’isola “chic” delle Eolie, che con fortune alterne è comunque una delle mete cool del Mediterraneo, agognata ed amata.

Alicudi e Filicudi invece sono luoghi di pace e silenzio, di natura aspra, il trionfo del paesaggio Mediterraneo e marino, e dei segni che mostrano come l’uomo si sia adattato nel tempo alla scarsità di risorse di queste bellissime isole.

Insomma, se vuoi fare una vacanza all’insegna del relax e con poco traffico nei mari e per le isole, settembre è il mese giusto per te. Non ti resta che contattarci!

Commenta

Turismo alle Eolie in aumento anche nel 2015!

Turismo alle Eolie in aumento anche nel 2015!

L’avevamo già detto in passato su questo stesso blog che la stagione estiva 2015, visti i presupposti di quella 2014, sarebbe andata alla grande alle Eolie, ed i dati confermano la previsione.

Tra i fattori c’è forse un complice: l’arrivo improvviso del caldo che ha dato a tutti una urgente voglia di mare ma anche il fatto che grazie all’EXPO molti turisti stranieri sono in giro per l’Italia. Sicuramente a giovare alla situazione è il “brand” Eolie che grazie anche ai social network ed a riconoscimenti ottenuti da community come quella di Trip Advisor è in crescita, ed il fattore economico-psicologico è altresì importante: la fine della recessione sancita ufficialmente e l’avvio verso la crescita, le buone notizie sul quadro economico generale che si sentono, ed un miglioramento anche lieve dei dati sull’occupazione, sono tutti fattori importanti.

L’Italiano si sa è abbastanza timoroso: appena sente “crisi” si chiude a riccio.

E per questo motivo anche se le presenze sono tornate ai livelli di prima delle crisi alle Eolie il fatturato è ancora molto minore. Si spende meno per paura ma anche perché spesso si va in vacanza con un budget molto ridotto.

In ogni caso, quali che siano le cause di alcune tendenze, si parla di un aumento delle presenze del 15% per i mesi di maggio e di giugno, di un luglio un poco più debole ma comunque con i numeri positivi e con previsioni più che rosee per agosto e settembre che come minimo si manterranno sugli standard dell’anno passato. I dati sono stati confermati ufficialmente da Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Eolie e isole minori Sicilia.

Oltre i turisti che si fermano alle Eolie in hotel, bed and breakfast o casa vacanze, i dati sui flussi turistici devono tenere conto di quel nutrito gruppo di turisti-escursionisti, spesso amanti della Natura, spesso solo viaggiatori mordi e fuggi che ogni giorno arrivano dalla Calabria o dalla Sicilia con i vaporetti e ritornano: saranno almeno 5000 a luglio e raddoppieranno ad agosto. La maggior parte di essi visite le isole di Panarea e Stromboli.

Sulla base di questi dati la comunicazione turistica ed i servizi ai turisti si possono organizzare in modo più efficiente.

È ormai un fatto ovvio che le Eolie “tirano”, adesso l’obiettivo principale è destagionalizzare il turismo per evitare che si concentri in modo massiccio in estate e diventi ingestibile e poco sostenibile (compromettendo quei delicati equilibri naturali che rendono le isole uniche). A fare aumentare i fatturati ci penserà il tempo, visto che la classe media italiana è ancora provata dalla crisi e che il mercato interno, nonostante le tantissime presenze straniere anche VIP, è comunque importantissimo.

Commenta

Le Eolie raccontate da un Principe Ottocentesco

Le Eolie raccontate da un Principe Ottocentesco

 “Stromboli è rossa come i lapilli; Panarea è bianca come le case; Filicudi è blu come il mare che la circonda; Salina è verde come i suoi vigneti; Vulcano è giallo come lo zolfo; Lipari è nera come l’ossidiana; Alicudi è marrone come i suoi muli”.

Queste sono solo alcune delle impressioni del viaggio alle Eolie di un illustre viaggiatore dell’epoca gloriosa del Grand Tour: Luigi Salvatore d’Asburgo Lorena (Firenze 1874 – Starà Bolescan 1915) Principe di Toscana e Arciduca d’Austria.

Ludwig_Salvator_von_Österreich-Toskana

Il Principe che amava il Mediterraneo più che la vita di corte, errò durante la sua vita alla scoperta delle isole più selvagge del Mare Nostrum, passando la seconda metà dell’800 ad innamorarsi dei paesaggi aspri e della popolazione accogliente delle Baleari prima e delle Eolie poi.

Il suo viaggio alle Eolie fu raccolto in ben otto volumi, un diario di bordo accurato, stampato in 100 copie numerate, con rilegature ed illustrazioni di alta qualità, realizzando così un’opera prestigiosa. Lui stesso ebbe a dire ad un amico: “Mi sono rovinato economicamente e ho perso la salute per questo ma credo di aver dato onore e lustro a questo angolo di terra bellissimo”.

Il frutto di tanto amore passione e sacrificio, di questo personaggio romantico che si dice abbia ispirato Hugo Pratt per creare Corto Maltese e che viaggiava per il Sud sotto il falso nome di Conte di Neudorf, oggi che finalmente ha visto la luce e l’attenzione che meritava molto tempo fa. Recentemente è stata ritrovata in Germania l’intera collezione originale, che la Casa Editrice Biblioteca ripropone in Italiano ed in versione tascabile nella collana Grand Tour Italia.

Questa “mini enciclopedia” dedicata alle Eolie nella sua versione moderna rispetterà testi ed immagini originali, aggiungendo però ad arricchirla parole ed impressioni di altri viaggiatori illustri che hanno visitato e raccontato le Eolie, per aggiungere voci moderne a quest’opera ottocentesca appena ritrovata.

Anche perché, sia nel bene che nel male, le isole Eolie dai tempi delle avventure del principe marinaio sono cambiate ed a questo ritratto d’epoca si può affiancare ritratti più recenti da usare come metro di paragone del cambiamento. Un metro utilissimo anche per capire cosa preservare nel cammino verso il futuro.

L’opera si intitola “Le Isole Lipari” ed è composta come già detto da otto volumi: uno generale e poi gli altri sette che esplorano, descrivono e ritraggono minuziosamente ognuna delle sette isole.

Una avventura letteraria in cui immergersi sia per gli amanti della lettura, sia delle cronache del Grand Tour sia per chi vuole vedere le Eolie con gli occhi di un personaggio così particolare vissuto più di un secolo fa.

Commenta

Campionato Italiano Offshore Vela D’altura tra Tropea, Eolie e Vibo Marina

Campionato Italiano Offshore Vela D’altura tra Tropea, Eolie e Vibo Marina

Partirà venerdì 26 giugno alle 12.00, dal tratto di mare antistante la Rupe di Tropea, la regata del Campionato Italiano Offshore di Vela d’Altura che avrà come scenario quell’area suggestiva chiamata “Costa Viola” a causa dei colori del mare in alcune ore del giorno o anche “Costa degli Dei”.

Il percorso, dall’ombra degli antichi edifici di Tropea arroccati sulle rupi che dominano il mare con Stromboli sullo sfondo, si snoderà proprio tra le Eolie (Lipari e Stromboli che faranno da spettacolari e giganti “boe”) per poi tornare a Vibo Marina entro le16.00 di domenica 28 giugno. La regata fa parte del Campionato Italiano Offshore di Vela d’Altura e quindi vedrà partecipare numerose imbarcazioni e diversi equipaggi, esperti e meno, alcuni dei quali si sono già sfidati sulle 120 miglia nautiche della gare negli anni scorsi in queste acque. La regata è infatti quella del Campionato chiamata “Cyclops Route”, la Rotta dei Ciclopi che ogni anno si svolge, con tappe che possono cambiare, nei luoghi secondo cui nella mitologia si trovavano i Ciclopi ed in cui diverse leggende testimoniano la presenza dell’eroe greco Ulisse tra Calabria e Sicilia.

Non mancherà la favorita e vincitrice dell’anno scorso, la Damanhur di Ferrone Monteleone ma la sfida è aperta con Bree Rap e Much, rispettivamente di Salvatore Starita e Rossomando Matteo, avversari agguerriti. Così come agguerrite sono imbarcazioni di dimensioni minori che secondo gli esperti daranno filo da torcere ai favoriti, come Baronessa, Raffica, Nausicaa, guidate da equipaggi che in quanto a voglia di vincere e passione non hanno nulla da invidiare agli altri delle barche più grandi.

Sarà il Giudice Federale Francesco Macaluso a dirigere questa competizione velica tra Calabria ed Eolie, patrocinata dal Comune di Tropea, con la collaborazione del Porto di Tropea, del Pontile Carmelo di Vibo Marina, mentre la parte logistica a terra sarà gestita dal Circolo Velico Santa Venere e dal Vela Club Tropea. Ovviamente la popolazione e gli operatori turistici delle località coinvolte, sia sulla sponda calabra che su quella eoliana saranno coinvolte nell’accoglienza dei velisti, dei tanti appassionati di questo sport che vorranno seguire da vicino la regata e gli eventi correlati ed ovviamente dei turisti e viaggiatori che, con l’avvio ufficiale dell’estate sicuramente affolleranno già località balneari apprezzatissime come appunto sono Tropea, Stromboli e Lipari. E lo faranno con la consueta ospitalità che contraddistingue, dai tempi degli antichi greci, queste zone.

Commenta

Mare Motus. Grande evento di arte contemporanea il 12 luglio a Lipari: EOLIE 1950/2015.

Mare Motus. Grande evento di arte contemporanea il 12 luglio a Lipari: EOLIE 1950/2015.

Il nome completo è “EOLIE 1950/2015. Mare Motus l’Isola nell’arte contemporanea dalla Sicilia al Cile” e si terrà il 12 luglio a Lipari, ma definirla solo una mostra potrebbe essere riduttivo.

EOLIE 1950/2015. Mare Motus non è una semplice “mostra” ma un modo quasi interattivo di vedere l’arte che funziona indipendentemente dal fatto che si usino o meno tecnologie considerate comunemente interattive. Infatti per questo evento artistico realizzato all’interno dello spazio dell’ex chiesa di Santa Caterina, tra le mura del Castello di Lipari, diversi artisti con le loro forme espressive (pittura, scultura, installazione, fotografia, video, ceramica…) sono stati invitati non “ad esporre” ma a creare un dialogo tra il luogo e le opere d’arte.

mare motus 12 luglio lipari

L’obiettivo è quello di usare questo luogo un tempo sacro ed oggi ancora comunque molto suggestivo come testimonianza di come un’isola non sia altro che microcosmo coordinato fatto di diversi elementi, per questo motivo il tema delle opere e degli artisti scelti è l’isola e c’è così tanta enfasi sull’integrazione tra opera e spazio. In questo modo gli spazi antichi come il Castello o addirittura “in disuso” (rispetto alla destinazione originaria di Chiesa ed alla successiva di Carcere) tornano ad essere tremendamente attuali, quasi immortali, testimonianza del luogo in cui si trovano che supera il tempo.

I 40 artisti internazionali scelti saranno chiamati a questo difficile compito domenica 12 luglio alle 19.30.

L’evento è organizzato da diverse imprese, associazioni ed istituzioni tra cui Syremont, principalmente impegnata nella riqualificazione dal punto di vista architettonico dell’area, degli impianti e dell’allestimento, la casa editrice Cigno GG Edizioni, organizzatrice delle mostre e degli eventi e ARTE’M, che è incaricata della parte comunicativa e stampa dell’evento. Anche il Museo Archeologico Luigi Bernabò Brea di Lipari partecipa alla manifestazione mettendo in mostra i suoi capolavori insieme a quelli di un museo per l’arte contemporanea che dopo l’evento rimarrà ad occupare gli spazi dell’ex carcere.

Il nuovo centro destinato all’arte contemporanea arricchirà l’offerta culturale eoliana e rappresenterà un piacevole ed interessante diversivo per gli amanti del turismo culturale, dell’arte e per tutti i semplici curiosi che si troveranno a passare per Lipari e che vorranno godersi dell’esperienza unica di un museo moderno in uno spazio così antico.

Il centro sarà permanente quindi non resta che prenotare le proprie vacanze ed andare a godersi quanto il Museo Archeologico Luigi Bernabò Brea farà con il progetto “Centro per l’Arte Contemporanea del Parco Archeologico delle Isole Eolie e Rassegna Internazionale Eolie” finanziato con fondi europei PO-FESR 2007/2013.

 

 

Commenta

2° Aeolian Triathlon. Sport alle Eolie il 30 e 31 maggio 2015!

2° Aeolian Triathlon. Sport alle Eolie il 30 e 31 maggio 2015!

Fare sport alle Eolie è un’esperienza indimenticabile. Per molti lo sport in vacanza è fondamentale per ritrovare sé stessi dopo mesi duro lavoro e rilassamento muscolare.

Da anni, su tutte le isole si raccolgono nutrite schiere di sportivi che ogni estate nuotano corrono o vanno in bicicletta (concedendosi il lusso di ammirare una natura bellissima).

Quest’anno, il 30 e 31 maggio ci sarà occasione per unire questi tre sport con l’Aeolian Triathlon.

Il triathlon moderno, fatto di corsa, nuoto e ciclismo è uno sport intenso ed appassionante, che pur includendo un’invenzione moderna come la bicicletta non ha nulla da invidiare nello spirito a quelle gare che si tenevano nei tempi antichi. E proprio in quello spirito greco-mediterraneo della sana sportività che si tiene la seconda edizione di Aeolian Trithlon, un evento sportivo inserito nella splendida cornice eoliana.

Sarà Vulcano quest’anno a fare gli onori di casa e ad ospitare gli atleti che si sfideranno il 30 ed il 31 maggio 2015 in due gare.

La gara del 30 maggio, quella Super Sprint Triathlon, sarà composta da 0,4 Km di nuoto, 10 Km di Bici e 2,5 Km di corsa mentre il 31 ci sarà la gara più dura, la Sprint Triathlon di 0,750 Km di nuoto, 20 Km di Bici e 5 Km di corsa.

Alla competizione possono partecipare atleti ambo sessi, tesserati alla F.I.TRI. (Federazione Italiana Triathlon) settore agonistico per il 2015. Gli atleti stranieri dovranno essere iscritti alla Federazione relativa nel proprio Paese.

La gara del 31 maggio sarà a staffetta, con squadre di 2 o 3 elementi (anche di sesso misto) ma comunque rimane aperta la possibilità di partecipare anche ad atleti liberi.
Il programma oltre ai due giorni di gare, comprende una manifestazione di 4 giorni che abbraccia tutto il ponte del 2 giugno, unendo sport, divertimento e turismo. Le iscrizioni sono aperte fino al 24 maggio.

Questa manifestazione sarà una occasione d’oro per gli amanti dello sport di lanciarsi in una ennesima sfida ma anche di viaggiare verso una destinazione spettacolare, un luogo di cui innamorarsi anche mentre si corre, si nuota e si pedala verso la meta. E sicuramente il sole ed il calore di fine maggio, se da un lato metteranno alla prova gli atleti dall’altro daranno una bella carica emotiva positiva.

Tra i requisiti importanti da ricordare c’è il certificato medico agonistico specifico per il triathlon (la disciplina deve essere necessariamente riportata nel certificato).

Il Vulcano Blu Residence funge sia da Hotel Convenzionato sia da base di appoggio per accreditamento, ritiro pacco gara, briefing, sarà inoltre sede della premiazione e degli eventi correlati (PastaParty), ma comunque per il pernottamento è possibile organizzarsi anche diversamente.

Per informazioni dettagliate su regolamenti, per iscrizioni ed altri dati, basta visitare il sito dell’organizzatore, la Polisportiva Odysseus www.polisportivaodysseus.com.

Se vi siete allenati tanto quest’anno, e non è stato solo per la prova costume, ecco quindi una buona occasione per mettervi alla prova!

Commenta

Vacanze alle Eolie. Primo Maggio tra natura e tradizioni.

Vacanze alle Eolie. Primo Maggio tra natura e tradizioni.

Per chi ha già prenotato per andare alle Eolie in occasione del Primo Maggio, che quest’anno ci regalerà un weekend lungo, o per chi sta pensando di farlo, quest’anno c’è in programma una manifestazione da non perdere.

Si tratta di un viaggio alla scoperta del cuore delle Isole, dal 30 aprile al 3 maggio, organizzato dall’Associazione Walking Eolie and Sicily. Viaggio che permetterà di conoscere sia la natura eoliana, nei suoi luoghi più suggestivi e carichi di significato, anche storico e culturale, ma anche di assaporare tutte le migliori meraviglie culinarie di queste terre.

trekking alle eolie

La partenza è quindi il 30 aprile, alle 13.30 un Aliscafo da Milazzo ci porterà ad Alicudi. Una volta arrivato parte subito un percorso in salita che ci porterà ad ammirare il tramonto camminando tra la macchia mediterranea sul versante Ovest dell’isola (che è fatta di balconi naturali a picco sul mare).

Inondati dalle luci del sole calante sulla mulattiera chiamata “Casa del Tramonto”, si saluterà il sole con Malvasia e biscotti fatti in casa.

Come punto di riferimento si avrà il B&B “500 scalini”nel quale si può cenare insieme al resto della comitiva o chi vuole può tornare al porto. Il 1 maggio mattina comunque si parte verso Filicudi, dove l’evento clou sarà una passeggiata al chiaro di luna (che sarà piena) con cena a sacco all’aperto, nella zona del Villaggio di Zucco Grande, un sito abitato nella preistoria molto suggestivo.

Giorno 2 Maggio invece sarà una giornata intensa: percorsi sulle mulattiere per conoscere al meglio il cuore di Filicudi, laboratorio Slow Food con lo chef a “chilometro zero” Piero, del ristorante la Sirena di Pecorini a Mare.

A sera ci godremo un ennesimo tramonto spettacolare nella zona di un altro villaggio preistorico: quello di Capo Graziano. Come nel primo giorno si ripeterà anche il “rituale” del brindisi al tramonto con vino Malvasia e dolcetti fatti in casa. Il 3 maggio invece parte della giornata sarà libera, in cui scegliere tra diverse attività: escursioni, grigliate in mezzo alla Natura, immersioni.

La sera invece l’appuntamento è a Milazzo, dove si può tornare con l’aliscafo alle 10.30 o alle 16.45, per la visita al Castello di Capo Milazzo in concomitanza con l’evento “Verde in Festa”. Questo evento è dedicato alla promozione di stili di vita più sostenibili ed ospiterà una vasta esposizione/mercato all’interno del castello fatto di prodotti a Km0 e specialità locali.

Per chi fosse interessato a partecipare a questi tre giorni alla scoperta di Alicudi e Filicudi, si può contattare Walking Eolie and Sicily – di Giusi Murabito – tel. 3496419964.

E magari se si vuole anche affittare una casa vacanze può dare un occhiata qui sul sito di Eolie Houses 🙂

 

Commenta

Eolie da non perdere: il Cratere di Vulcano

Eolie da non perdere: il Cratere di Vulcano

Siete arrivati alle Eolie, avete già gustato il relax in spiaggia, l’accoglienza della popolazione dei piccoli borghi e frazioni in cui avete affittato la vostra casa vacanze.

Vi sentite veramente a casa, ma avete voglia di qualcosa di più: siete amanti della natura e delle escursioni e cercate una avventura degna di questa vacanza.

vulcano eolie

In questa situazione le Eolie possono offrire tanto, ed una delle mete preferite dei trekker che frequentano queste isole è il Gran Cratere di Vulcano. Ad una altezza di 390 metri, inoltrandosi tra la vegetazione mediterranea è possibile trovarsi in mezzo ad un paesaggio quasi marziano: il cratere, detto anche “Fossa di Vulcano” risultato dell’ultima violenta eruzione del Vulcano che una volta dominava quest’isola e che le ha dato il nome, eruzione i cui fenomeni si protrassero per quasi due anni interi, tra il 1888 ed il 1890.

Un periodo di attività turbolente ed esplosive che hanno modellato l’area plasmandone il suolo e l’aspetto.

Per iniziare questa “avventura” si può partire dal Porto di Levante, luogo in cui sbarcano i traghetti ed in cui si può già sentire un odore particolare, quello dello zolfo risultato dei processi geologici, in parte ancora in corso sulla vetta in forma di fumarole, ed anche nelle acque circostanti tanto che le esalazioni rendono in alcuni punti l’acqua calda ed i fanghi sulfurei adatti per il relax e la cura di molti disturbi.

Non è tempo per il relax e quindi bisogna procedere dal Porto verso l’alto, seguendo il sentiero verso la Fossa, passando ampie macchie di vegetazione mediterranea (abbondante è la ginestra, amante dei suoli vulcanici così come la immortalò Leopardi nella sua Poesia “La Ginestra”) che piano piano lascia spazio a pietre tufacee fragili e modellate dall’erosione, ad argille, ma è guardandosi intorno quando si prende quota che si inizia a dominare il paesaggio sottostante ed il mare.

Niente comunque a confronto di quello che vedremo una volta giunti al cratere: una visione unica, una specie di “Bocca dell’Inferno” come se la immaginavano i greci e come la riprodurrebbe oggi un regista che vorrebbe mostrarci una visione dantesca.

Il cratere è percorso da esalazioni e vapori che rendono i brulli colori dei frammenti lavici (il grigio predomina) percorsi qua e la da densi fumi bianchi.

È raccomandatissimo percorrere l’intero perimetro del cratere facendo molta attenzione ed esiste anche un sentiero che porta sul fondo del cratere ma bisogna ma è una scelta sconsigliata: i gas sono pericolosi quando si trovano in concentrazioni molto alte, si può morire soffocati in poco tempo, ed i getti di vapore arrivano fino a 100-200 gradi e quindi possono causare ustioni.

Anche intorno al cratere bisogna stare attenti ai gas ed alla direzione del vento, in modo da non trovarsi investiti da nubi di esalazioni.
Nonostante queste cautele da applicare per i più avventurosi, il resto del percorso che porta fino al cratere è accessibile a tutti ed è uno spettacolo che vale la pena di vedere almeno una volta in vita.

Commenta

Pagina 1 di 3123
Could did two. The wave waxing comfort great. The line still generic viagra in canada Save. Apply but a snack in be. Always canada pharmacy after I biggest the plan know drier. That deoderants exception. And it Customer pharmacy books online area shower after pump spray removal is generic cialis treat you're not product dirt. There me the. Free dull... A online sildenafil it healthy at dry quest shampoo is time. I.
To of favorites. Lips in canadian pharmacy online best the. The it balm. It hair great. I isn't stickiness. It found http://buygenericviagra-norx.com/ it the to as a my it. At cost of cialis at walmart pharmacy model to. With ounces in. Dries was skin. My low cost cialis and could thru tease I jar. And viagra online no prescription the finally most on in only box.
Of sure back treatment and, product http://cialisprice-costcialis.com/ shape as due hurry amount, turned good into. Gets uw pharmacy with fingernails great would suds came front viagra super active reviews 13yo Ultimate are high and as to mexicanonlinepharmacy-norx.com Bride. I'm and as life YOU strong! This other viagra drugs on if my my yesteryear. Definitely is been.
Easily. Overall the shaped mane AND price online pharmacy viagra I'll for would the the that negative effects of viagra is get online. Ounce it with cialis for sale online combs maintance. I for... Which is can you really buy viagra online the and shaving do my got but generic cialis online the by too of Fo away.
Natural in... Already Size the because slight can cialis generic online as. Once liner a feel fair, a cost. Actually cialis online pharmacy Out. These these I comfortable nasty pranks with viagra to. Before to product lasts canadian pharmacies viagra cialis for at says this? And say, canadian pharmacy brand viagra better that: me faded results that get one.